Maidenhead, Inghilterra

Cosa fare e vedere a Maidenhead, Berkshire


Dalla stazione di Londra Paddington o da Ealing Brodway se vi trovate sulla Central Line, potete prendere un treno verso Reading o Oxford e tutti – o quasi tutti – fermano a qui.

Oggi voglio portarvi con me a Maidenhead, una piccola città in Berkshire, a meno di mezz’ora dal centro di Londra.

Maidenhead Berkshire

Quando ho sentito parlare per la prima volta di Maidenhead, non sapevo che fosse la città natale dell’ex primo ministro Teresa May e che le Spice Girls avessero vissuto qui, come gruppo, all’inizio della loro carriera, quando ancora “If you wanna be my lover” non era una hit conosciuta in tutto il mondo!

Uscendo dalla stazione dei treni oggi ci sono alcuni lavori in corso, ma è ben visibile l’orologio che ricorda un pò Venezia a dare quel tocco di eleganza alla cittadina. Tra l’altro fa parte del comune di Windsor, dove vive la regina, quindi potete immaginare l’eleganza e l’atmosfera “chic” che si respira in città.

 

Ma cosa fare e vedere a Maidenhead, Berkshire?

Jubilee Clock Tower

Come appunto vi dicevo, appena uscite dalla stazione potrete vedere la torre dell’orologio del Giubileo. Il monumento risale al 1898 e venne creato in occasione del giubileo della Regina Vittoria, ma solo due anni dopo venne messo in funzione.

 

Theme Path

Camminando verso destra all’uscita della stazione arriverete al fiume. C’è un piccolo giardino abitato da anatre che entrano ed escono dall’acqua, sempre affamate. Cercate di non dare da mangiare perché in realtà hanno bisogno del loro cibo perché si nutrano bene, il pane non fa altro che creare problemi intestinali, povere anatre!

Potrete invece sedervi in una panchina a leggere un libro o ad osservare la calma che scorre davanti a voi, oppure, passeggiare lungo il percorso a bordo fiume, fotografare le bellissime case che si affacciano sul Tamigi e sbirciare dentro le barche ancorate o in cammino (io sogno di conoscere qualcuno proprietario di una di queste barche per vederla bene da dentro!).

 

The sounding arch

L’arco che suona è un ponte dove passano i treni, disegnato nel 1830, ai tempi era il ponte più piatto e lungo d’Europa. Ogni arco è lungo 39 metri e si estende solo per 7 metri sopra l’acqua, immaginatevi come dev’essere con il Tamigi in piena!

Il nome viene dal rumore che si crea tra gli archi quando passa il treno.

Maidenhead il ponte sul Tamigi

Non è il Sounsing bridge, ma la bellezza è simile!

 

Boulter’s lock

Camminando lungo il Thames Path (andando verso sinistra se venite dalla stazione), raggiungere il Boulter’s lock.

Se non avete mai visto come le barche passano questo “stretto” del fiume, rimarrete affascinati dall’incredibile tecnologia (che si vede in diverse parti del fiume, anche a Camden Town c’è lo stesso principio). Praticamente si forma una sorta di “diga”, quando una barca deve passare viene aperto il “muro” della diga e l’acqua si livella pian piano per far naturalmente passare la barca.

Qui al Boulter’s lock potrete anche bervi un te a bordo fiume o mangiarvi qualcosa nel bar/pub che porta il suo nome.

 

Ray Mill Island

Attraversando il ponte al Boulter’s lock, vi ritroverete in questa piccola isola ecologica in mezzo al fiume. Una volta c’era un mulino (da cui prende il nome l’isola) ma poi venne distrutto negli anni ’20 del ‘900.

E’ il luogo ideale per fare un picnic o per portare i bambini (c’è un grande parco giochi), ma troverete anche un bar e spazio per rilassarvi.

Maidenhead vista dal Tamigi

Fare un giro in barca da Maidenhead a Windsor

Nei mesi estivi tra Maggio e Settembre dal martedì’ al sabato è possibile fare una gita sul Tamigi a bordo di una barca che vi porterà fino a Windsor. Il percorso dura circa 90 minuti e potrete ammirare delle bellissime case bordo fiume dove vivono i ricconi inglesi (ma ci vivranno davvero?), diversi tipi di uccelli, natura frastagliata e tanti cigni! Oltre che ovviamente una bellissima vista dal fiume del Castello di Windsor.

 

L’Italian shop

Per noi italiani che viviamo in Inghilterra, il cibo italiano è sacrosanto. Qui a Maidenhead l’Italian shop è un’istituzione, come una seconda sede dell’ambasciata italiana!

Appena entrati si ha la sensazione di non essere più in Inghilterra ma in Italia, infatti tutti sono italiani e anche la radio che si ascolta è quella italiana!

Ha tutti i prodotti che si possono trovare in un supermercato in Italia, incluso pasta fresca, arancini, ricotta, mozzarella di bufala, cannoli siciliani, tutti prodotti da loro con materie prime italiane. Che velo dico a fa? Venite con il carrello della spesa!

 

La pizza dell’egiziano italiano

Altra chicca per gli italiani della zona, nella High Street dal giovedì al sabato, troverete questo “stall” di street food (di cui non mi ricordo il nome, ma non potete perderlo!). Questo ragazzo egiziano ha vissuto vent’anni in Italia e a Napoli ha imparato a fare la pizza in grazia di Dio, quasi più buona che in Italia! Per pochi euro vi farà subito una pizza buonissima cotta nel forno a legna che ha lì per strada, imperdibile e buonissima!

Maidenhead pizza italiana

Pizza margherita dall’egiziano italiano sulla High Street, solo 7£

Dalla presenza di cibo italiano a Maidenhead, potete ben capire perché ci sia una grande comunità italiana che qui vive proprio qui! E come dargli torto, è una cittadina davvero carina, ha tutto, ha tanti spazi verdi ed è vicinissima a Londra!

E voi, ci vivreste qui?

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *